Speranza ha due bellissimi figli: Sdegno (per quanto accade) e Coraggio (per cambiarlo)

International Journal of Psychoanalysis and Education

527430_402889763092888_1419600050_n

un angolo della casa di F. P.

L’IJPE è una rivista scientifica internazionale accreditata ed inserita nelle banche dati di diverse università italiane ed estere, ad accesso libero, pubblicata all’indirizzo telematico: www.psychoedu.org

l’Editor in Chief (Direttore) è R. F. Pergola (Uni. Tor Vergata), l’Editorial Board (Condirettori) è composto da C. Nanni (Rettore Magnifico UPS), C. Desbouts (UPS), A. M. Disanto (Uni. Tor Vergata), A. Ghilardi (Uni. Brescia), D. Meghnagi (Uni. Roma Tre), C. Pontalti (Uni. Cattolica), S. Mendlovic (Uni. Tel Aviv), il Comitato Scientifico annovera diversi clinici e accademici di varie nazioni (tra cui: L. Cappelli – Didatta SPI-IPA, G. Lo Verso – ordinario Uni. Palermo, per gli altri si rimanda al sito della rivista). Vi vengono pubblicati saggi, studi e ricerche: lavori sia di ambito clinico che di rassegna e di applicazione dell’eremeneutica psicoanalitica e gruppoanalitica ai processi educativi e ai relativi contesti sociali, politici, economici. Le rubriche sono:

genitorialità (psicoanalisi della gestazione, del parto, dei primi mesi di vita, della funzione materna e paterna, dell’abuso all’infanzia, dell’adolescenza);

clinica (psicopatologia dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare riferimento ai disturbi dell’alimentazione, alle dipendenze, all’identità di genere, alla vita scolastica, al transgenerazionale);

scuola (supervisione analitica per gli educatori di ogni tipo, quali genitori, insegnanti, formatori, ecc. e gli operatori socio-giuridici e sanitari);

cultura e società (ermeneutica psicoanalitica applicata alle organizzazioni socio-politico-culturali, religiose, economiche e lavorative, con riferimento all’analisi istituzionale, alla psicostoria, all’etnopsicoanalisi ed etnopsichiatria, ai fenomeni transculturali, ai fatti di cronaca).

Gli scopi precipui sono:

1) di far progredire la scienza psicoanalitica applicata all’analisi della relazione educativa e di tutti i relativi processi e contesti;

2) di formare tutti coloro che operano in tali contesti, come responsabili e/o protagonisti-educatori implicati in tale relazione.

Ci anima la convinzione che in tal modo si possa contribuire a prevenire o indicare percorsi di risanamento di molte psicopatologie distruttive per l’individuo e il contesto micro e macro-sociale. Pertanto questo strumento “in-formativo” è indirizzato a qualsiasi tipo di educatore e a operatori nell’area assistenziale sociale, sanitaria, politica e giuridica animati dall’intento di prevenire e/o recuperare lo svantaggio psicologico e psico-sociale dei destinatari della propria azione educativa. Siamo convinti che la prospettiva psicoanalitica sia una via privilegiata per la reale “coltivazione” di se stessi: capace di condurre alla profonda conoscenza del proprio “mondo interno”proprio e altrui, a quella “con-versione” (nel senso etimologico di “vedere le cose da un altro punto di vista”) a seguito della scoperta del Vero, del Bene e quindi del Bello. È una splendida avventura“trasformativa” di navigazione nell’inconscio alla scoperta del mistero più grande: se stessi! E questo è un cammino fondamentale affinché qualsiasi azione educativa sia efficace, non patologizzante, ma capace di “generare” persone libere e creative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: